Mercury Marine, 5 nuovi fuoribordo elettrici

Circa una barca su due nella flotta di imbarcazioni da diporto degli Stati Uniti, che conta circa 10-12 milioni di imbarcazioni, è equipaggiata con un fuoribordo Mercury. Questo dà le dimensioni del marchio di motori del gruppo Brunswick. Ora però è il momento della Next Wave. Attrarre una nuova generazione di diportisti, semplificargli la vita in barca al massimo e allo stesso capirne le esigenze.

Il gigante americano – Brunswick è il gruppo proprietario di Mercury come pure di Boston Whaler, Sea Ray e Lowec – vuole prendersi anche il mercato a zero emissioni. Anche se i 5 nuovi modelli annunciati non arriveranno prima del 2023.Dettagli? No. Si sa molto poco e niente. La stampa americana ha appreso la notizia durante la presentazione annuale dell’Investor Day di Brunswick. La società sostiene di aver collaborato con Carnegie Robotics (sede in Pennsylvania) per sviluppare un sistema avanzato di assistenza alla guida come parte del suo ACES. Ovvero autonomo, connesso, elettrico e condiviso. Bella filosofia, ma non si sa tanto altro. “Lanceremo cinque nuovi modelli di fuoribordo elettrici entro il 2023. Vogliamo che Mercury sia il leader di mercato della propulsione marina convenzionale, ma anche elettrica entro la fine del 2023”. Parole di Chris Drees, il presidente di Mercury Marine.

Scopri la gamma di fuoribordo mercury marine attualmente sul mercato.

“I clienti vogliono meno rumore e vibrazioni”

I mezzi per investire nell’elettrico di certo non mancano alla casa americana. Basta leggere i numeri della rivista Boating Industry:Oltre 330.000 nuovi fuoribordo hanno raggiunto i clienti nel 2020, rappresentando il volume di vendite più alto degli ultimi 20 anni e un aumento del 18% sul 2019“. Il Covid ha fatto bene alla nautica.La velocità è la filosofia dei clienti del marchio, ma qualcosa sta cambiando. Sempre come riferisce Boating Industry, il caporedattore Adam Quandt ha parlato con il presidente Chris Drees. Ebbene il capo ha sostenuto che i loro clienti non vogliono solo di più, come in potenza, ma anche di meno: in rumore e in  vibrazioni. Per essere più chiari: “Vogliono parlare, soprattutto a poppa della barca, e vivere un’esperienza fantastica e di lusso“. Il  mondo sta cambiando e Mercury non si vuole far  trovare impreparata.

motor boat making circle on water surface