E-Tec 40, senza patente

Evinrude E-Tec 40, si può usare senza patente ?

Come sapevate, dalla sua revisione nel febbraio 2018, il Codice Nautico Italiano imponeva la patente
nautica per barche dotate di motori a iniezione diretta a 2 tempi inferiori a 30 kW (o 40,8 CV) e
superiori a 750 cc, imponendo così la patente per i proprietari degli Evinrude E40.
Siamo lieti di informarvi che, a seguito dei continui sforzi per risolvere il problema da parte di UCINA
(Confindustria Nautica) e BRP, l’articolo 39 del Codice Nautico (Decreto Legislativo 18 luglio 2005, n.
171) sui requisiti di patente per i 40 CV, sono stati appena rivisti: dal 1 ° marzo 2020, solo le barche
dotate di un motore a iniezione diretta da 40 CV sopra i 900 cc (contro i 750 cc in precedenza)
richiedono la patente nautica. I proprietari di un Evinrude E40 non hanno più bisogno di alcuna
patente.
Ecco il testo ufficiale pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (Legge 28 febbraio 2020, n. 8, GU n. 51 del
29-2-2020 – Suppl. Ordinario n. 10, p.15): “Il termine per l ‘ applicazione delle disposizioni dell’articolo
39, comma 1, lettera b), del codice della nautica da diporto, di cui al decreto legislativo 18 luglio 2005,
n. 171, relativo all’obbligo della patente nautica per la conduzione di unità avente motore di cilindrata
superiore a 750 cc a iniezione a due tempi, fissato al 1 ° gennaio 2020 dall’articolo 1, comma 1, della
legge 24 luglio 2019, n. 73, è diverso al 1 ° gennaio 2021. A tale fine, all’articolo 39, comma 1, lettera
b), del citato codice di cui al decreto legislativo n. 171 del 2005, le parole: “a 750 cc se una
carburazione o iniezione a due tempi” sono sostituite dalle seguenti: “a 750 cc se una carburazione a
due tempi ovvero a 900 cc se a iniezione a due tempi”(file:///D:/downloads/20200229_051_SO_010.pdf).
BRP accoglie con favore il voto del Parlamento Italiano che sblocca quella che è stata una situazione
molto impegnativa negli ultimi due anni. Confidiamo che possiate trarre enormi benefici da questa
notizia.

L’obbligo di patente nautica: per chi rimane?

L’obbligo della patente nautica rimane invece per gli altri casi contemplati dalla lettera b) dell’articolo 39 del Codice:

  • motori a 2 tempi di cilindrata superiore a 750 cc se a carburazione; motori a 2 tempi di cilindrata superiore a 900 cc se a iniezione;
  • motori a 1.000 cc se a carburazione o a iniezione a quattro tempi fuori bordo;
  • motori a 1.300 cc se a carburazione o a iniezione a quattro tempi entro bordo,
  • motori a 2.000 cc se a ciclo diesel non sovralimentato, o a 1.300 cc se a ciclo diesel sovralimentato, comunque con potenza superiore a 30 kW o a 40,8 CV.

Sanzioni:

Quanto alle sanzioni nel caso di guida senza patente nautica (non conseguita, revocata o non convalidata per mancanza dei requisiti, sospesa o ritirata, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 2755 euro a 11017 euro. La sanzione è raddoppiata nel caso di comando o condotta di una nave da diporto.